ECOBONUS

A partire dal 2012 viene prevista la possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali per interventi che migliorano l’efficienza energetica di edifici già esistenti. Fino ad oggi le leggi di bilancio hanno di volta in volta prorogato e modificato il regime di queste detrazioni fiscali, fino all’ultimo Decreto Rilancio (n. 34/2020).

  • Chi può usufruirne?
    Ne possono usufruire anche gli Enti ecclesiastici se proprietari dell’edificio, o se usufruiscono di un immobile a titolo di comodato, o locazione con contratti registrati e con il consenso del proprietario locatore.
  • Per quali immobili è possibile usufruire dell’Ecobonus?
    Tutti gli edifici, di qualsiasi categoria catastale e per qualsiasi tipologia di utilizzo.
  • Quali interventi posso realizzare per avere la detrazione fiscale?
    Gli interventi previsti dalla normativa riguardano opere che migliorino i consumi energetici e siano attestate da apposita certificazione all’ENEA. A titolo esemplificativo e non esaustivo sono compresi: coibentazioni; pompe di calore; caldaie a condensazione; infissi; installazione di pannelli solari etc. A tale proposito si consiglia di verificare sul sito dell’ENEA il dettaglio delle tipologie di interventi:
    https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/ecobonus/vademecum.html
  • Che agevolazioni fiscali sono possibili?
    Le detrazioni spettano nelle percentuali di seguito indicate:
Sostituzione impianti climatizzazione invernale con caldaia a condensazione in classe A e installazione sistemi termoregolazione evoluti 65%
Acquisto e posa in opera di microcogeneratori 65%
Installazione pannelli solari per produzione acqua calda 65%
Interventi sull’involucro degli edifici esistenti (finestre, tetti e pavimenti) 50%
Sostituzione impianti climatizzazione invernale con caldaia a condensazione in classe A 50%
Acquisto e posa di schermature solari 50%
Interventi che interessano l’involucro dell’edificio condominiale con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dello stesso edificio 70%
Interventi diretti a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva 75%

Sarà possibile godere della detrazione in dieci rate annuali.
E’ previsto, a seconda dell’intervento, un tetto massimo di spesa detraibile.

  • Quale documentazione è necessario produrre?
    Per poter usufruire della detrazione occorre presentare i titoli edilizi necessari a seconda della tipologia di intervento, effettuare il pagamento delle fatture mediante un’apposita tipologia di bonifico denominata “Bonifico agevolazioni fiscali” con riferimento alla normativa; presentare, entro 90 giorni dalla data di fine lavori, apposita attestazione all’ENEA.
  • Di quali tecnici mi devo avvalere per realizzare gli interventi?
    Previa richiesta dell’Ordinario diocesano, dove previsto, occorre avvalersi dei seguenti tecnici:
    – Tecnico abilitato (per eventuale titolo edilizio, asseverazione conformità della tipologia di intervento effettuato e relativa scheda informativa, predisposizione APE, comunicazione finale all’Enea);
    – Commercialista (per inserimento detrazioni in dichiarazione dei redditi e/o visto di conformità in caso di opzione per sconto in fattura, o cessione credito d’imposta).
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail